Home | Deutsch | Français | Sitemap | Links | Ultimissime
 
LA FONDAZIONE | PRESENTARE DOMANDA | PROGETTI-CHIAVE | PREMIO BINDING PER IL BOSCO | LOGOS | MEDIA
 
Principi di finanziamento
Fondatori
Storia
Consiglio di
Fondazione
Amministrazione
Contatti
 
Storia della Fondazione
La Fondazione Sophie e Karl Binding è stata costituita nel 1963 come fondazione di utilità pubblica. L'oggetto sociale della Fondazione è il sostegno di progetti nei settori della tutela ambientale, delle opere sociali, dell'educazione e della cultura su tutto il territorio elvetico. Il budget annuale della Fondazione ammonta a 3 milioni di franchi circa, di cui la metà è impegnata in progetti mirati.

All'inizio della sua attività, la Fondazione elargiva importi abbastanza esigui a un'ampia cerchia di beneficiari. Recentemente invece, la sua attività si è concentrata concentra su un numero minore di destinatari che ricevono tuttavia sussidi decisamente maggiori.

Una delle prime iniziative della Fondazione, diventata poi un impegno a lungo termine, è iniziata nel 1987 con l'attribuzione del "Premio Binding per il bosco". Il premio viene conferito annualmente a proprietari di un'area forestale in Svizzera. A partire dal 1998 la Fondazione ha cominciato a promuovere ulteriori progetti nell'ambito dei suoi quattro settori d'attività.

Dal 2009, ognuno dei quattro settori sovvenzionati dalla fondazione è improntato su un tema programmatico. In tal modo la fondazione focalizza le sue donazioni sul contenuto. Le sovvenzioni a domande inoltrate senza richiesta nell'ambito di progetti indipendenti è possibile solo in misura ridotta.

La Fondazione Sophie e Karl Binding agisce esclusivamente come donatrice investe tutti i suoi redditi in progetti di utilità pubblica sull'intero territorio svizzero. I capitali della fondazione sono realizzati con investimenti tradizionali in proprietà immobiliari e in titoli di credito. La fondazione è orientata verso un'esistenza a lungo termine e non un'utilizzazione del patrimonio. Tuttavia, considerata l'attuale crisi finanziaria, per ora è costretta a limitare le sue sovvenzioni.